L’arte di far cantare il legno

Nel 1993, per il trecentocinquan­tesimo anniversario della morte di Monteverdi, si è data il patentino di Città della Musica. Titolo meritato perché oltre al divin Claudio, colui che ha gettato le fondamenta del tea­tro musicale moderno, qui ha visto la luce Ponchielli, uno dei principa­li operisti italiani del secondo ‘800, anello di congiunzione tra Verdi e l’esperienza veri­sta. E a due passi da qui, tra le mura della “rivale” Crema, è nato quel Cavalli che ha portato a sintesi il melo­dramma di stampo monteverdiano tanto da diventare il prediletto dal Re Sole.
Ma Cremona rimane sempre e soprattutto la Città della Liuteria. … segue in edicola Walpi

Follow me!