Delizie d’Estate

Ricette d’Autore che troveranno gradimento anche per i più raffinati golosi … Immagini e testi tratti da: LA GRANDE CUCINA Corriere della Sera

Gelo di anguria al cioccolato

Difficoltà: media
Preparazione: 30 minuti
più il tempo di raffreddamento
Cottura: 5 minuti

Ingredienti per 6 persone
1,3 kg di anguria
40 g di maizena
50 g di zucchero
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
50 g di cioccolato fondente
fiori e foglie di gelsomino per decorare

Riducete in scaglie il cioccolato fondente servendovi di una grattugia a fori larghi. Con un coltello affilato prelevate la polpa dell’anguria, privatela dei semi e frullatela nel vaso del mixer.
In una ciotola stemperate la maizena con due cucchiai di polpa di anguria; unite lo zucchero e amalgamate bene il tutto. Trasferite il composto in una casseruola, aggiungete la rimanente polpa di anguria e ponete su fiamma media. Cuocete per 5 minuti, mescolando continuamente finché il composto si sarà addensato.
Togliete il recipiente dal fuoco e aggiungete la cannella; amalgamate bene e lasciate raffreddare. Versate il composto in uno stampo e mettete in freezer per almeno 4 ore, mescolando di tanto in tanto.
Poco prima di servire estraete il “gelo” dal freezer; appena si sarà ammorbidito distribuitelo, servendovi dell’apposito porzionatore, nelle coppette individuali. Cospargete con le scaglie di cioccolato fondente e guarnite ogni porzione con qualche fiore e foglia di gelsomino.

Coppa ai frutti di bosco

Difficoltà: media
Preparazione: 40 minuti
più il tempo di raffreddamento
Cottura: 5 minuti

Ingredienti per 4 persone
200 g di more
200 g di lamponi
100 g di zucchero
2 albumi

Mondate e lavate i frutti di bosco; scolateli e asciugateli delicatamente tamponandoli con carta assorbente da cucina; frullatene la maggior parte, conservandone alcuni interi per la decorazione. Filtrate separatamente le more e i lamponi attraverso un colino a maglie fitte e raccoglietene la polpa in due diverse terrine.
Preparate uno sciroppo portando a ebollizione lo zucchero insieme con tre cucchiai di acqua; lasciate sobbollire per 2 minuti, quindi spegnete il fuoco e fate raffreddare. Unite metà dello sciroppo alla purea di lamponi e l’altra metà a quella di more.
Sbattete leggermente un albume con una forchetta e incorporatelo alla purea di lamponi. Trasferite il composto di lamponi nella gelatiera e lavoratelo seguendo le istruzioni. Estraete il sorbetto di lamponi, versatelo in un contenitore adatto alle basse temperature e mettetelo in freezer. Preparate allo stesso modo il sorbetto di more.
Quando entrambi i sorbetti saranno pronti, suddivideteli nelle coppette individuali servendovi dell’apposito porzionatore. Completate ogni porzione con i frutti di bosco interi tenuti da parte e decorate a piacere.

Granita dì rabarbaro

Difficoltà: minima
Preparazione: 25 minuti
più il tempo di raffreddamento
Cottura: 15 minuti

Ingredienti per 4-6 persone
1 kg di rabarbaro
75 g di zucchero
2,5 di di spumante secco
il succo filtrato di 1 limone
alcune foglioline di menta

In una ciotola miscelate il succo di limone e lo spumante. Lavate il rabarbaro, mondatelo eliminandone foglie e filamenti e tagliate le costole a pezzetti di circa 2 cm. Mettetelo in una casseruola con lo zucchero e 2,5 di di acqua e fatelo cuocere a fiamma dolce per 10-15 minuti, finché risulterà morbido.
Passate il rabarbaro cotto al setaccio raccogliendo la purea ottenuta in una ciotola di acciaio o di plastica e incorporatevi la miscela di succo di limone e spumante. Ponete il composto a raffreddare in freezer per circa 3 ore, mescolandolo di tanto in tanto in modo da ottenere una consistenza granulosa e non troppo compatta.

Distribuite la granita nelle coppette individuali prelevandola con l’apposito porzionatore e servite in tavola, guarnendo le singole porzioni con le foglioline di menta ben lavate e asciugate.

Dopo aver letto i “nostri” consigli, sarà un gioco da ragazzi realizzare sorbetti e granite freschi e invitanti. Sorbetti, granite e preparazioni varie
Tutto cominciò dal ghiaccio. Quando e come siano nate queste delizie, è ve­ramente difficile dirlo, ma lo si può intuire.
Please follow and like us:

Follow me!

Related posts

Leave a Comment