life style fascino_food_eventi

LIFESTYLE ESTILO DE VIDA STILE DI VITA MODE DE VIE LIVSSTIL LEBENSSTIL LIFSSTIL

A CURA DI BARBARA ROVEDA da RIVISTA BELL’EUROPA articolo di LUISELLA COLOMBO

DOVE STARE
Hotel dal fascino antico e con raffinati bar da provare a Vienna, Londra e Oslo

QUI PARIGI
Una mostra-gioco, la danza delle meduse e un nuovo quartiere per i creativi

FOOD EVENTI
In Bretagna per il festival dedicato alle capesante

FOOD AGENDA
Olio, ravanelli, birra e aringhe protagonisti nelle feste gourmet

FOOD / IL RISTORANTE
Una terrazza sulle sponde del lago di Annecy per godersi la bella stagione

FOOD & DRINK
A Madrid nel bar con cento varianti di cocktail Martini

Qui Lisbona

Piastrelle da museo           

Uno dei meriti del Portogallo è quello di saper mantenere viva la memoria. Esempio ne è Cortico & Netos, fondato nel 1979 dal commerciante Joaquim Cortigo, che collezionò serie di piastrelle industriali fuori produzione. Oggi il patrimonio è testimoniato dalla collezione di pezzi fino agli anni ’60 e riproduzioni, da ammirare e acquistare: non solo azulejos blu ma oltre 900 tipologie. Un piacere per gli occhi e un valore storico: le piastrelle sono usate da designer e architetti ma si possono anche portare a casa per usarle come sottopentola o per decorare pareti.

Ascensore per le “stelle”

Solo 50 secondi, il tempo impiegato da un ascensore in vetro per raggiungere la vetta della torre Vasco da Gama, 120 metri di altezza, dove gustare i piatti dello chef spagnolo pluristellato Martin Berasategui. Aperto da pochi mesi, il ristorante Fifty Seconds è la sua ultima avventura, all’interno dell’hotel Myriad e con vista spettacolare sulla città. Qui Berasategui crea sapori sofisticati e cosmopoliti che stimolano un’esperienza gastronomica, supportati da un design e da una location unici.

Emozione sul  Tago

C’è una nuova attrazione per vivere O Tago in modo speciale: sul Ponte 25 Aprile, tra i più belli al mondo, Experiència Pilar 7 permette di salire in cima a uno dei pilastri portanti. Si inizia con un viaggio sensoriale che svela la storia della costruzione del ponte e la complessità della sua architettura. Poi un ascensore conduce al belvedere, che abbraccia il fiume e la città ed emoziona perché la passerella è come sospesa nel vuoto, fatta di vetrate trasparenti. All’interno, strumenti multimediali creano un’espe­rienza immersiva in settori del ponte inaccessibili al pubblico. La realtà virtuale rivela anfratti e meccani­smi e il sistema PhotoBooth immortala il momento.

Sopra. L’interno del ristorante stellato e panoramico Fifty Seconds, a 120 metri di altezza. in presentazione. Un piatto del Fifty Seconds. A sinistra. La pedana in vetro di Experiència Pilar 7, sul Ponte 25 Aprile con vista sul Tago. Sopra, a sinistra. Un tavolino fatto con gli azulejos da collezione di Cortico & Netos, storica bottega.

Follow me!