Feng Shui: armonia ed energia

Feng Shui: armonia ed energia

II Feng Shui armonizza le energie della casa agendo sulla disposizione dell’arre­damento, sulla scelta di materiali e colori. Grazie a questa antica arte dell’abita re è possibile organizzare il proprio ambiente per favorirne l’armonia e aumenta re il benessere psicofisico. Senza spendere troppo in costosi arredi, è possibile riutilizzare oggetti e arredi di casa, magari riposti in cantina o in soffitta: vecchi quadri con scene di vita naturale o con paesaggi, candele e tessuti colorati, drap­pi o tovaglie, insalatiere in vetro riempite di acqua in cui sistemare candele gal­leggianti a forma di fiore, vasi di terracotta, lampadari con cristalli, oggetti e soprammobili in legno. Con questi elementi riciclati si può arredare la zona Feng Shui come meglio suggerisce il gusto personale.

Da tutto Wellness 100  consigli per il benessere e la bellezza  GIUNTI DEMETRA

L’arredo dell’angolo Spa

L’angolo Spa dovrebbe essere posizionato nel lato Est o Sud-Est della casa, collegato all’elemento Legno, simbolo di crescita e nutrimento, che rappresenta la salute fisica e spirituale degli abitanti della casa. Il colore più indicato per questa zona è il verde, nelle sue diverse sfumature. In questo ambiente, in questa oasi di armonia, dovrebbe­ro dominare gli elementi Legno e Acqua poiché si adatta­no maggiormente al tipo di attività che vi viene svolta: la ricerca del benessere, della pace e della bellezza.

Per favorire gli elementi

Legno: dovrete arredare lo spazio con componenti di colore verde. Arredi naturali di color legno a cui abbi­nare piante e fiori.

Acqua: dovrete arredare lo spazio con componenti di colore azzurro, blu. Arredi impreziositi da tessuti morbidi. L’illuminazione deve essere tenue.

I colori dell’angolo Spa

I colori agiscono sia sul piano fisico che mentale. Sono for­mati da onde a diversa frequenza; sono energia e, con que­sta, possono interagire.

Ottimizzando i colori, potete quindi armo­nizzare le energie dell’ambiente. I suggeri­menti riportati qui di seguito sono validi per le tinteggiature dei muri, l’arredamen­to, le suppellettili e l’oggettistica.

Salotto: per favorire il dialogo e la comu­nicazione pacata sono indicati l’azzurro e il blu, che sono anche colori distensivi. L’azzurro è poi il colore del quinto chakra, il chakra della comunicazione. Per il dia­logo e la comunicazione vivace sono indi­cati il rosso (che tuttavia tende ad “accen­dere” un po’ gli animi) e l’arancione, per la comunicazione piacevolmente allegra.

Cucina: è consigliato il colore giallo per la “solarità” e perché, secondo la Cromotera­pia, stimola la digestione. Vanno anche bene l’arancione e il turchese, più distensivo.

Bagno: così come nel nostro angolo Spa, qui devono regnare i colori freddi quali l’azzurro, il turchese, il verde chiaro: tutti colori rinfrescanti e rilassanti. È possibile creare contrasto scegliendo colori accesi per i complementi e l’oggettistica.

Camera da letto: sono indicati i colori distensivi e rilassanti quali il verde, l’al­bicocca, il rosa, il salmone.

Studio: è indicato il colore beige o il nocciola. In alternativa si può usare il gial­lo non troppo vivo.

Armonizzare l’angolo Spa

L’ideale sarebbe poter usufruire di uno spazio “ad hoc” per le attività del benes­sere, ma se non avete questa preziosa opportunità, potete comunque sistema­re in un ambiente della casa complementi di arredo adatti allo scopo.

Fontane Feng Shui: secondo i principi del Feng Shui, l’acqua, simbolo di vita e purificazione, permette di disperdere le energie negative che ristagnano nel­la casa. Il suo flusso continuo armonizza anche il nostro essere mentre il suo­no emesso da questo elemento produce uno stato di pace e rilassamento.

Campane a vento: (o “scacciaguai”). In base a dove sono collocate controllano il livello del Chi (l’energia) di una casa.

FAVORIRE L’ENERGIA DELLA CASA

In generale sono considerati oggetti che emanano energie positive nell’ambiente:

piante: poste negli angoli, favoriscono la circolazione del Chi;

specchi: riflettono e favoriscono il Chi;

pendenti in cristallo e cristalli: riflettono e favoriscono la circolazione dell’energia;

campane e campanellini: trasmettono una energia sonora molto armoniosa che equi­libra le energie dell’ambiente;

candele, bocce di vetro: vicino a una fine­stra convertono la luce in energia positiva;

acquari: simboleggiano la vita;

quadri: perfetti quelli con soggetti natura­li come paesaggi, montagne e laghi, piante, ammali. Devono sempre essere appesi in coppia e, possibilmente, essere della stessa dimensione;

oggetti simbolo: come i delfini e il “Ba Gua” per dirigere l’energia dove più serve.

 

L’angolo Feng Shui del benessere

Creiamo un angolo Feng Shui dedicato alle attività legate al benessere. Cerchiamo una zona libera della casa orientata o posizionata a Nord se vo­gliamo favorire l’elemento Acqua o a Sud per favorire l’elemento Legno.

Nel primo caso, arredate l’ambiente con oggetti che contengano o rap­presentino l’elemento Acqua: fontane Feng Shui, bacinelle o catini in ve­tro riempiti con acqua e decorati con foglie o candele galleggianti di co­lore blu; quadri con scene acquatiche, tovaglie o drappi con tonalità blu o azzurre; vasi in vetro con acqua e cristalli al loro interno come l’ameti­sta, fiori con tonalità blu/azzurre. Se possibile, anche le pareti dovrebbe­ro essere dipinte di colore blu o nelle tonalità del blu.

Nel caso vogliate favorire l’elemento Legno arredate con: mobili in tinta le­gno o marrone, vasi di terracotta con piante verdi, quadri con scene di na­tura, boschi, piante in tonalità del marrone/verde; candele di colore ver­de/marrone, tendaggi o tovaglie di color verde/marrone. Se possibile, anche le pareti dovrebbero essere dipinte di colore beige o tonalità del verde.

Suoni, musica e profumi

I suoni migliori, per armonizzare l’ambiente, sono quelli deIla natura come, per  esempio, il suono emesso dall’acqua che scorre: potete utilizzare una fontana Feng Shui con acqua corrente o, in mancanza di questo complemento d’arredo così benefico, un cd “natural sound” con acqua che scorre, canti di uccellini, onde del mare, wuind chimes (campane a vento).

I suoni naturali sono ideali per  rilassarsi perché si armonizzano con il nostro vero essere, la nostra essenza originale. Sono timbri riequilibranti che la mente e il cervello riconoscono come benefici; inoltre, favoriscono la produzione degli ormoni del benessere.

Se non volete spendere e preferite creare da soli una colonna sonora persona­lizzata “natural sound”, da regalarvi o da regalare a chiamate, potete collegar­vi al sito web http://www.soundsleeping.com in  cui è disponibile gratuitamen­te un mixer a 5 canali con il quale potete comporre, scegliendo tra numerose opzioni e musiche di sottofondo (canti degli uccellini, rumore della pioggia, campane a vento), un brano con suoni della natura. Se poi lo volete salvare per ascoltarlo con il lettore mp3 o con lo stereo potete utilizzare un software gratuito come “Audacity” (http://audacity.sourceforge.net) o, in alternativa, “MP3myMP3 Recorder” (http://www.mp3mymp3.com). Se invece amate la musica classica, è molto indicata la Pastorale di Beethoven, che ha anche valenze terapeutiche. Vanno anche molto bene brani di musica rilassante composta con strumenti come l’arpa (ottimi pezzi sono quelli composti dall’autore Andreas Vollenweider come Down to thè Moon  e White Winds) e strumenti comunque acustici. Da evitare la musica pop, rock, metal o disco.

Gli aromi dovranno essere preferibilmente naturali dal momento che i profumi chimici agiscono in modo diverso sul cervello e possono non dare i risulta ti voluti, in particolare quando si tratta di bambini o persone particolarmente sensibili agli odori.

L’ideale è utilizzare oli essenziali da diffondere nell’ ambiente con apposite lampade per aromi. I più adatti sono quelli che inducono il relax come mirra, incenso, sandalo, ma vanno bene anche lavanda, gelsomino, salvia sclarea, melissa, arancio, mandarino, basilico, geranio, ylang-ylang. Potete anche arredare e profumare la casa con fiori freschi raccolti nei campi: porteranno una grande energia positiva nell’ambiente.

I consigli per una casa sana e armoniosa

  1. Scegliete vernici, moquette, arredi e mobili in legno naturale possibilmente privi di formaldeide (una sostanza irritante e cancerogena).
  2.  Arieggiate molto gli ambienti (anche e soprattutto d’inverno).
  3. Fate attenzione alle onde elettromagnetiche: staccate le spine dalle  prese e dagli elettrodomestici in stand-by (si risparmia in elettricità e si  guadagna in salute), spegnete i cellulari, tenete radiosveglie e simili almeno 1 metro di distanza.
  4. Attenzione alla polvere eccessiva e secca: fate prendere molto sole alle stanze. Potete anche utilizzare uno ionizzatore e degli umidificatori.
  5. Evitate di fumare in casa (fa male a voi e a chi vi sta accanto).
  6. Scegliete, per la vostra casa, piante antismog e anti-sostanze irritanti come dracena, ficus, areca e sansevieria (tutte piante che assorbono sostanze inquinanti e tossiche e che purificano l’aria).
  7. Per le pulizie di casa utilizzate solo detergenti naturali e non tossici come quelli chimici): miscelate in uno spruzzatore 3 parti di acqua e 1 di aceto bianco.
    Potete utilizzare lo stesso tipo di detergente per lavare i pavimenti.
    In alternativa all’aceto potete anche usare il succo di limone.

 

Follow me!