Profumi e oli di bellezza che passione!

PROFUMI CHE PASSIONE!

Versatili, aromatici e sensoriali: gli oli sono un toccasana per corpo e mente

AIcune fragranze calmano la mente e predispongono al relax, altre sono utili come elisir di bellezza e altre ancora rendono la propria dimora unica, aromatizzano l’ambiente dando un tocco personale. Non c’è che l’imbarazzo della scelta… gli oli essenziali sono tantissimi, estratti da piante e frutti, un vero concentrato di virtù. Inoltre ne bastano davvero solo poche gocce.

STARE MEGLIO a cura di Stefania Foti in Rivista BIO Magazine

OLI DI BELLEZZA

II mondo vegetale è da sempre fonte di preziosi alleati per la pelle e gli oli essenziali rappresentano il mezzo ideale per curarla. Oltre a migliorare la salute dell’epidermide hanno la specifica proprietà di eliminare le cellule morte stimolando quelle nuove. E poi sono anti-età, nutrienti, emollienti, idratanti, elasticizzanti e lenitivi, insomma possono essere utilizzati in base alle varie esigenze. Di facile impiego, basta incorporarli a ogni genere di unguento (creme o oli vegetali) o anche nell’acqua da bagno. Ecco i più efficaci.

PER IL VISO

L’olio di argan e l’olio di karité sono in grado di rinforzare la barriera cutanea naturale contrastando disidratazione e aggressioni ambientali; mentre contro l’invecchiamento è indicato l’olio di vinaccioli, ricco di polifenoli che neutralizzano i radicali liberi e l’olio di sesamo, con acido oleico e linoleico, minerali, oligoelementi, vitamine A, E e B.

Quest’ultimo è anche calmante e lenitivo in caso di abrasioni ed eruzioni cutanee, uno degli oli con più elevato potere filtrante dei raggi ultravioletti e allevia le infiammazioni causate dall’acne. Per attenuare le rughe sottili (soprattutto per la zona contorno occhi e bocca) è indicato quello di jojoba. E se si vuole detossinare e rendere luminosa la pelle è appropriato l’olio di semi di melagrana, ricco di antiossidanti.

PER IL CORPO

Gli oli da bagno, a differenza dei comuni detergenti, sono sorprendenti: più delicati, operano una pulizia dolce ma allo stesso tempo profonda in quanto utilizzano il metodo del “simile scioglie il simile”. Secondo tale principio, sporco e impurità che si depositano sulla pelle si sciolgono facilmente, data la loro natura oleosa, a contatto con l’olio detergente. In questo modo viene preservato il film idropilico.

Sono particolarmente indicati per pelli delicate e sensibili o per chi ha l’epidermide particolarmente secca, a tendenza atopica. Ma gli oli puri, oltre a poter essere aggiunti alla crema corpo, possono essere usati direttamente sull’epidermide ancora un po’ umida. L’olio di avocado, che contiene grassi affini a quelli della pelle, è in grado di nutrire e riparare a fondo.

Gli oli di mandorle e di rosa mosqueta sono invece molto efficaci nella cura di cicatrici e segni della pelle. In particolare il primo, grazie ai suoi acidi grassi e all’alta percentuale di amminoacidi, vitamine E, K e B e oligoelementi, rinvigorisce le strutture cutanee e previene le smagliature.

L’olio di semi di borragine, ricco di fitoestrogeni, dona rapidamente alla pelle elasticità ma viene utilizzato anche come decongestionante ed emolliente su aree di pelle secca e arrossata; infine lenisce infiammazioni ed eczemi. L’olio di carota purifica le pelli infiammate e lenisce le scottature, comprese quelle solari, ed è ottimo per le screpolature anche sulle labbra.

PER I CAPELLI

Troviamo negli oli dei grandi alleati: non c’è niente di meglio degli oli in fatto di nutrimento, protezione e luminosità, con effetto  disciplinante e anti-crespo. L’olio ai semi di lino nutre profondamente la chioma, grazie ai suoi acidi grassi che avvolgono la cuticola con un film protettivo. L’olio al germe di grano è considerato un balsamo rigenerante per capelli fragili e ciocche sciupate. Per disciplinare i ricci, invece, si può adoperare l’olio di cocco, da usare sempre dopo il lavaggio su capelli umidi, da applicare sulle radici e sul resto del cuoio capelluto con un lieve massaggio dei polpastrelli delle dita.

Oli antistress

L’aromaterapia ha un impatto molto forte sui nostri stati d’animo, perché va ad agire direttamente sul sistema limbico, la sede delle emozioni. Ebbene, esistono oli dalle proprietà neuro calmanti e antistress in grado di liberare dall’ansia.

Si possono inspirare un paio di gocce dal fazzoletto oppure inalare dai vaporizzatori. La rosa, la lavanda e il gelsomino sono profumi che aiutano a superare inquietudini, paure e insicurezze e vincono sul pessimismo. Per dormire bene sono utili oli da massaggiare su tutto il corpo prima di andare a letto.

Una selezione di oli, da mescolare con 30 ml di olio vegetale, sono il bergamotto, la camomilla, la maggiorana, l’incenso, la salvia sclarea e il vetiver ( 5 gocce per olio). Tali essenze agiscono attraverso il sistema nervoso calmando e rilassando.

Anche per la casa…

Attraverso l’apposito diffusore o umidificatore si può profumare tutta la casa donandole un’atmosfera accogliente e rilassata, in grado di armonizzare l’umore e offrire una sensazione di benessere generale. Per spazi piccoli, se non si possiede un vaporizzatore, si può optare per una ciotola con acqua bollente a cui aggiungere gli oli essenziali (ovviamente la stanza deve rimanere chiusa).

Oltre che per profumare gli ambienti, gli oli possono essere adoperati per molteplici scopi: ad esempio, quando si lava il frigorifero, il freezer o il forno basta aggiungere all’acqua finale di risciacquo 5 gocce di olio essenziale di limone, pompelmo o bergamotto. L’olio agirà come deodorante ed eliminerà gli odori del cibo.

Per pulire le varie superfici si possono aggiungere direttamente allo straccio 7 gocce di lemongrass o lime, che rimuovono facilmente anche i vari tipi di macchia. Mentre gli oli dalle proprietà antibatteriche e disinfettanti, come il tea tree, l’eucalipto, il limone e il timo, sono indicati per la pulizia di piastrelle, mobili, tappeti, ecc. Una soluzione pratica è quella di inserire in uno spruzzino 1 cucchiaio di bicarbonato, 1 di aceto bianco, 20 gocce di olio essenziale, tra quelli appena citati, e un paio di bicchieri di acqua.

Ma gli oli possono essere aggiunti anche al sale della lavastoviglie o in lavatrice nello scompartimento dell’ammorbidente o nel vano dosatore. Per il bucato una fragranza deliziosa è la lavanda, mentre lo ylang ylang o il neroli donano una profumazione più esotica e inebriante.

Follow me!